Il Battesimo



Vedi anche:



Liturgia per un battesimo dei figli di credenti

(Pedobattismo)

Il Battesimo non deve essere inutilmente ritardato, ma non deve essere amministrato da una persona privata, bensì da un ministro di Cristo, chiamato ad essere amministratore dei misteri di Dio (1 Corinzi 4:1). Né dovrà essere amministrato in luoghi privati o privatamente, ma dovrà essere parte del culto pubblico, di fronte alla comunità cristiana riunita, dove il popolo possa meglio vedere ed udire (Atti 2:41).

Prima del battesimo, il ministro dovrà pronunciare alcune parole di istruzione al riguardo dell'istituzione, natura, uso e finalità di questo sacramento. Dovrà mettere in rilievo che:

  1. Il Battesimo è stato istituito dal nostro Signore Gesù Cristo (Matteo 28:19);
  2. Il Battesimo è suggello del patto di grazia (Romani 4:11; Colossesi 2:11-12); del nostro innesto in Cristo e della nostra unione con Lui (Romani 6:1-14), della remissione dei peccati (Atti 2:38; 1 Pietro 3:21); rigenerazione (Tito 3:5); adozione (Galati 3:26-27; 4:5) e vita eterna (Romani 6:5).
  3. L'acqua, nel Battesimo, rappresenta e significa sia il sangue di Cristo, che ci lava dai nostri peccati, originale ed attuale (Apocalisse 1:5) come pure la virtù santificante dello Spirito di Cristo contro il dominio del peccato e la corruzione della nostra natura peccaminosa (Ezechiele 36:25-27; Giovanni 3:6).
  4. Battezzare, o aspergere e lavare con acqua, significa la purificazione dal peccato mediante il sangue e per i meriti di Cristo, insieme a morire al peccato e risorgere dal peccato a novità di vita, in virtù della morte e risurrezione di Cristo (Ebrei 9:13-14; 11:28; 12:24; 1 Pietro 1:2).
  5. Le promessa è rivolta credenti ed ai loro figli. Il seme e la posterità dei fedeli, infatti, nati nell'ambito della Chiesa, per nascita, è partecipe del patto, ha diritto al suo suggello ed ai privilegi esteriori della Chiesa, sotto l'Evangelo, non meno che i figli di Abramo, al tempo dell'Antico Testamento (Atti 2:38-39; Genesi 17:7) erano partecipi del patto di grazia. Identica (Colossesi 2:11,12), infatti, ne è la sostanza e la grazia di Dio, come pure la consolazione che i credenti ne traggono, essendo solo più abbondante di prima (Giovanni 1:14, 16-17).
  6. Il Figlio di Dio ammetteva i bambini in Sua presenza, li abbracciava e benediva, dicendo: "Lasciate che i piccoli fanciulli vengano a me e non glielo impedite, perché di tali è il regno di Dio" (Marco 10:14, 24; Luca 18:16).
  7. I bambini, mediante il battesimo, sono ricevuti solennemente nel seno della Chiesa visibile e così distinti dal mondo e da coloro che sono fuori della Chiesa. Essi sono così uniti ai credenti (Atti 2:38-39, 41, 47).
  8. Tutti coloro che sono battezzati nel nome di Cristo rinunciano al diavolo, al mondo ed alla carne (Atti 3:19) e sono tenuti a combatterli.
  9. Essi sono così cristiani e federalmente santi prima del battesimo, e quindi devono essere battezzati (1 Corinzi 7:14). [Il termine "cristiani" è qui usato in senso federale, cioè che il bambino è nato da genitori cristiani che siano regolarmente membri di una chiesa che sia fedele alla Bibbia. Il termine "cristiani" non è usato nel senso oggi comune fra glievangelicali di una persona che abbia avuto l'esperienza di essere "nata di nuovo", essendo così "cristiana" senza avere alcuna connessione con la Chiesa].
  10. La grazia interiore e la virtù del battesimo non è legata al momento stesso in cui il Battesimo viene amministrato (Giovanni 3:5-8)-
  11. Il frutto e l'efficacia del Battesimo si estende all'intero corso della nostra vita (Romani 6:1-4; 2 Pietro 1:4-12).
  12. Il Battesimo esteriore non è così necessario che, se mancasse, il bambino sarebbe in pericolo di dannazione, o i genitori colpevoli, ammesso che non disprezzino o trascurino l'ordinanza di Cristo (Luca 23:42-43; Atti 10:2, 4, 22, 31, 45, 47).

Il ministro si rivolgerà ai genitori (o genitore) ponendo le seguenti domande:

Riconoscete che, come affermano le Sacre Scritture, sebbene i nostri bambini siano concepiti e nascano nel peccato e che quindi siano soggetti a condanna, essi sono santi in Cristo e, come membri della Sua Chiesa, debbano essere battezzati? - Risposta: Sì, lo riconosciamo.

Promettete voi di istruire vostro figlio nei principi della nostra santa religione come rivelata nelle Sacre Scritture dell'Antico e del Nuovo Testamento, e come riassunta nella Confessione di fede diWestminster e nel Catechismo di Heidelberg?

Promettete di pregare per e con vostro figlio/a, di essere per lui/lei esempi di pietà e di fedeltà alla Parola di Dio e di adoperarvi, facendo uso dei mezzi che Dio ha messo a nostra disposizione, a che lui/lei sia educato nella disciplina e nell'ammonizione del Signore?
- Risposta: Sì, lo promettiamo.

Il ministro si rivolgerà così alla comunità cristiana riunita, chiedendo ai suoi membri di alzarsi in piedi e di rispondere affermativamente ad una delle seguenti domande:

Promettete voi, membri di questa comunità cristiana, alla presenza di Dio, di salvaguardare questo patto essendo voi stessi, in ogni tempo, di fronte a questo/i bambino/i esempio di pietà e testimoniando della gloria e della grazia di Dio affinché esso/i vedano, a suo/loro conforto, la vostra fedeltà per essere a lui/loro di incoraggiamento nel suo/loro cammino di fede?

Oppure

Promettete voi, popolo del Signore, di accogliere questo bambino/questi bambini con amore, di pregare per lui/loro, di sostenerlo/i nell'apprendimento della fede e di incoraggiarlo/i e sostenerlo/i nella comunione dei credenti e, come comunità, vi impegnate ad assistere nell'istruzione diquesto/i bambino/i?

Se sì, dite: Lo promettiamo.

Dopo aver rivolto a tutti i presenti coinvolti le appropriate ammonizioni, il ministro pronuncerà il nome della persona che deve essere battezzata e dirà:

Io ti battezzo nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo (Matteo 28:19).

Dopo aver pronunciato queste parole, dovrà battezzare la persona con acqua. Per quanto riguarda il modo di amministrarlo, non solo è legittimo, ma pure sufficiente e appropriato, che versi o spruzzi l'acqua sul capo della persona senza aggiungere altre cerimonie.

Fatto questo, sarà per lui appropriato pregare ringraziando il Signore chiedendo la Sua benedizione su quest'ordinanza, su colui/coloro che sono stati battezzati, sui genitori e sulla Chiesa nel suo complesso.